Italia Parchi - il portale dedicato a tutti i parchi italiani
Sei in Castelli e villeCastello Bonoris

Castello Bonoris

Il maniero di Montichiari

bono.jpgmontichiari-castello-bonoris.jpgmonti.jpgbonoris.jpgcastellob.jpgcastello-bonoris-montichiari.jpgcapp.jpgpran.jpg61430_castello_bonoris_montichiari.jpgbrescia.jpgcam.jpegletto.JPG
Situato sul Colle di San Pancrazio a Montichiari, in provincia di Brescia, Castello Bonoris fu costruito alla fine del XIX secolo sui resti di un'antica Rocca difensiva, per volere di Gaetano Bonoris, nato da una ricca famiglia di origine mantovana e legato alla corte sabauda.

Egli, nominato "Conte di Montichiari", avvia la costruzione della propria dimora in stile neogotico affidando i lavori all'architetto bresciano Antonio Tagliaferri che, in seguito a dei contrasti, verrà sostituito da Carlo Melchiotti. Quest'ultimo si ispira al Borgo e la Rocca Medievali di Torino, realizzati nel 1884 in occasione dell'Esposizione Universale, riproducenti i migliori esempi dell'architettura piemontese e valdostana, come il Castello di Fenis.

Acquisito dal Comune di Montichiari nel 1996 il Castello, di suggestioni romantiche, dopo lavori di restauro, è oggi aperto al pubblico con visite guidate. L'ingresso è adiacente al ponte levatoio stretto fra torrette dalla merlatura a coda di rondine, mentre la facciata è affrescata con lo stemma di Montichiari e del suo santo patrono, San Pancrazio

Dall'atrio si accede ad un grazioso cortile interno con una scala in pietra grigia che si divide in due branche sormontate da un San Giorgio a cavallo, che portano a balconate lignee e pareti affrescate raffiguranti i Filosofi e i Saggi antichi, opera di Giuseppe Rollini, l'artista torinese che lavorò al Castello del Valentino qui riprodotto fedelmente.

Le Sale, dagli splendidi soffitti a cassettoni con decorazioni policrome, sono arredate con mobili realizzati dai fratelli Alboretti di Torino in tipico stile neogotico valdostano, fra queste da menzionare il salone d'onore, ispirato alla sala baronale degli Spagnoli del Castello de la Manta, nei pressi di Saluzzo, e la Cappella, con la riproduzione della "Salita al Calvario" di Giacomo Jaquerio.

Il Parco che circonda il Castello, ripensato nel 1901 dal progetto di Giuseppe Roda, ospita eventi e manifestazioni, come il Maggio Medioevale Monteclarense, in occasione della Fiera di San Pancrazio, con rievocazioni in costume e visite gratuite al maniero.

Si organizzano laboratori didattici per le scolaresche.
Aperto da aprile ad ottobre, il sabato dalle 15 alle 19, e la domenica anche al mattino dalle 10 alle 12.
Visite fuori calendario per gruppi su prenotazione.
Chiuso la domenica di Pasqua, il 1° maggio ed il 15 agosto.
Indirizzo:
Salita di San Pancrazio
25018 Montichiari (BS)

In auto:
Autostrada A21 Uscita Manerbio; seguire poi direzione Montichiari-Lonato.
Autostrada A4:
da Milano: Uscita Brescia est; seguire indicazioni per Mantova
da Venezia: Uscita Desenzano del Garda; seguire indicazioni per Castiglione delle Stiviere ed infine seguire la direzione per Brescia.
Montichiari si trova sulla direttrice Brescia-Mantova:
da Brescia: prendere la tangenziale sud in direzione lago di Garda; allo svincolo per Mantova-Salò seguire direzione per Mantova
da Mantova: seguire direzione per Brescia
Gli esterniGli esterni
Maggio Medioevale MonteclarenseMaggio Medioevale Monteclarense
Fuochi d'artificioFuochi d'artificio
Millepiume al CastelloMillepiume al Castello
La visitaLa visita
Prima di usufruire delle informazioni di questa pagina, l'utilizzatore è tenuto a verificarle attraverso il sito o i canali ufficiali del parco. 
ItaliaParchi.it non si ritiene responsabile per eventuali errori, omissioni o cambi di programma.
Per qualsiasi tipo di segnalazione contattateci all'indirizzo email segnalazioni@italiaparchi.it